Avere un ristorante non è facile se si pensa a tutte le norme che bisogna rispettare, alla gestione del personale, alle spese impreviste. Ogni attività punta su qualcosa di preciso per attirare i clienti, chi sulla quantità e chi sulla qualità del cibo. Una grande catena avrà delle esigenze diverse da quelle di un ristorante gourmet e varia anche il canale di distribuzione da cui queste attività acquistano il cibo. Chi punta sull’alta qualità può consultare l’assortimento di pesce fresco su pregis.it, così da poter avere pesce fresco di giornata che viene selezionato accuratamente. Può essere molto prezioso soprattutto per un ristorante specializzato in pesce, che offrirà una qualità più alta rispetto ad un ristorante che offre il pesce come seconda o terza opzione. Chi si reca in un ristorante di pesce si aspetta un ottimo servizio, diverse varietà di pesce tra cui poter scegliere e anche piatti differenti, da primi piatti come risotti o spaghetti allo scoglio a secondi piatti di pesce alla griglia o marinato. Anche gli antipasti hanno un ruolo importante sul menù, più la scelta è varia più i clienti sono contenti.

Perché scegliere il pesce fresco

Prima di capire quali sono i vantaggi del pesce fresco, dobbiamo capire qual è il significato del termine “fresco” per quanto riguarda il pesce. Il pesce viene definito fresco perché, dal momento in cui viene pescato fino al consumo finale, l’unico metodo che può essere utilizzato per la sua conservazione è la refrigerazione. Questo sistema di conservazione permette al pesce di mantenere le sue proprietà nutrizionali e igieniche inalterate. Non vengono fatti trattamenti e non vengono aggiunti additivi di nessun tipo. Non sempre il pesce che si mangia è fresco, soprattutto se viene acquistato al supermercato. Lo si può trovare fresco al mercato o in determinati canali di distribuzione, per una maggiore sicurezza è consigliato controllare la sua origine, come è stato pescato e allevato.

Il pesce è un alimento completo, viene consigliato in tutti i piani nutrizionali onnivori per una dieta sana ed equilibrata. Può essere cucinato in tantissimi modi e esistono molte varietà di pesce, alcune più adatte per la preparazione di primi piatti e altre per i secondi. Oltre ad essere buono, il pesce fresco fa bene alla salute e si consiglia di mangiarlo almeno due volte alla settimana perché garantisce un’elevata quantità di proteine e di acidi grassi omega 3, che fanno bene al sistema cardiovascolare. I benefici si possono avere anche sul colesterolo e sulla pressione sanguigna, soprattutto per quanto riguarda i pesci grassi come salmone, sardine, sgombro, aringa e similari. Invece è meglio evitare di mangiare spesso pesci grandi come il tonno, la ventresca e il pescespada. Per una scelta ancora più salutare si possono prediligere i pesci di stagione, nel caso in cui ci sia la possibilità di acquistarli. Ad ogni modo, scegliere il pesce fresco al posto di quello lavorato è già un ottimo modo per avere una dieta più salutare.

Scegliere la distribuzione di pesce più adatta

Esistono tante aziende che vendono pesce fresco per le attività commerciali, ma come si fa a scegliere? Alcuni ristoranti hanno il vantaggio di essere collocati in una posizione comoda e strategica, vicino al mercato o ad alcuni rivenditori di fiducia. Questo però non vale per tutti, alcune attività si trovano in luoghi non molto frequentati e devono affidarsi ad un servizio di consegna rapido ed efficiente come Pregis, che distribuisce prodotti in tutto il territorio nazionale. Il servizio che viene scelto deve essere vantaggioso sotto diversi punti di vista, ad esempio bisogna sempre valutare che i costi siano economici, che la qualità sia alta e che le consegne siano tempestive.

Un’attività di ristorazione ha bisogno di avere a disposizione prodotti freschi ogni giorno per garantire un’ottima qualità dei piatti, dalle verdure fermentate alla frutta di stagione. Per questo è fondamentale instaurare un rapporto di fiducia con il distributore, in modo da poterlo contattare per le emergenze. Scegliere la distribuzione giusta infatti non è facile, bisogna considerare diverse cose e non solo la qualità del cibo, ma anche le tempistiche, il tipo di servizio offerto, eventuali sconti, l’affidabilità e la sicurezza. Prima di scegliere un distributore preciso è meglio richiedere diversi preventivi e calcolare quale delle soluzioni è la più conveniente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.