Tutte le moto incidentate Roma, e sono tante, finiscono per giacere in solitaria senza alcuna prospettiva all’interno dei garage. I proprietari non sanno come gestire una moto fusa, distrutta o inutilizzabile per cui la tengono in casa o la portano direttamente al demolitore non sapendo che potrebbero ancora guadagnare qualcosa dalla loro vendita.

Il servizio di acquisto di moto incidentate a Roma favorisce l’incontro tra il privato e il compratore così da assicurare delle condizioni di compravendita proficue e allettanti. Senza l’intervento degli intermediari, infatti, i tempi di vendita si riducono mentre gli introiti si alzano perché non va pagata alcuna provvigione supplementare.

In particolare, il servizio in questione agisce in tutto il territorio italiano. previo un accordo telefonico o scritto, e una valutazione del veicolo. Ma l’aspetto più interessante è che l’azienda si adopera anche per assolvere a tutte le formalità burocratiche come la rottamazione o la radiazione sollevando dall’incombenza il proprietario.

Una sicurezza maggiore rispetto a una compravendita privata dove non sappiamo con quale persona si andrà a sentenziare il passaggio di proprietà. Gli annunci di vendita sui giornali nascondono molte complessità e qualche informalità. Onde evitare spiacevoli situazioni meglio affidarsi a degli esperti che da tanti anni operano nel settore specifico.

Inoltre, le formalità da espletare nel passaggio di proprietà, la rottamazione e la radiazione sono molto importanti. Se non vengono fatte seguendo tutte le dinamiche burocratiche richieste, si rischia di continuare a dover pagare tasse e bolli pur senza possedere il mezzo. E risolvere i problemi con l’Agenzia delle Entrate è davvero dispendioso.

Moto incidentate a Roma: perché non affidarsi ai giornali

Ci sono molti rischi nel vendere delle moto incidentate Roma per mezzo di annunci pubblicati sul giornale perché purtroppo le truffe sono sempre dietro l’angolo. Le persone disoneste che ci contattano, però, sono facilmente riconoscibili. Basterà fare attenzione all’atteggiamento spavaldo e ai loro modi sbrigativi.

Esistono diverse tipologie di persone che ci possono contattare a seguito di un annuncio messo su un giornale online o cartaceo. Ci sono i curiosi che vogliono avere notizie in merito, gli indecisi che non sanno bene come muoversi o chi vorrebbe vendere a sua volta lo stesso articolo ma non sa come fare.

E poi ci sono i truffatori di professione. Di solito queste persone si presentano piuttosto sicure e quasi non chiedono alcuna informazione riguardo l’articolo in vendita. Già questo aspetto dovrebbe farci insospettire. Sono più interessanti al metodo di pagamento, il quale è suggerito da loro il più delle volte. Non richiedono neanche una visione dell’articolo tanto vanno di fretta.

Negli ultimi tempi si stanno verificando sempre più di frequente le richieste di accredito con l’assegno circolare postale. In pratica, il malfattore chiede di presentarsi allo sportello postale del bancomat per fare un assegno circolare di pagamento. Il pagamento viene richiesto con estrema urgenza, probabilmente il giorno seguente del contatto. Ma invece di accreditare l’importo dovuto i soldi vengono prelevati senza che il malcapitato se ne renda conto.

Purtroppo nella velocità della transazione e della compravendita non si ha neanche il tempo di realizzare quanto la faccenda possa risuonare strana e molte persone hanno perso delle quantità ingenti di denaro. Perciò bisogna fare molta attenzione ed evitare di procedere senza aver meticolosamente controllato che tutto sia in regola.

Pertanto, affidiamoci a un servizio competente ed esperto che sappia guidarci sia nella valutazione del mezzo che nella compravendita. L’alternativa alla vendita è la rottamazione ma non ha alcun vantaggio per il proprietario in termini monetari. In questo modo guadagneremo dalla risoluzione di un mezzo che non è più marciante ma può comunque essere riutilizzato nella meccanica per la riparazione di altri veicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.